Archivi tag: Le 12 notti della Befana

Azzurra Balena al Teatro Nuovo di Pisa

Azzurra Balena
Azzurra e lo Squalo s’incontrano

Finalmente qualcosa si muove. Si torna in teatro in inverno. In verità qualcosa si era già mosso (saremo al XX Festival Internazionale Enfanthéâtre di Aosta al Teatro Giacosa il 18 dicembre con Le 12 notti della Befana e in Svizzera, a Locarno, ancora con Azzurra Balena).
Ma, udite, udite, stiamo programmando anche date e incontri al Teatro Nuovo di Pisa, in piazza della Stazione.
La stagione del Teatro Nuovo sarà, per fortuna, molto nutrita, con musica, teatro d’attore, danza e film, corsi e stages ma ci sarà anche il Teatro di Figura, tanto caro a noi, e saremo il 28 novembre alle ore 11.00. Avete capito bene: la mattina di domenica 28 novembre 2021 saremo al Teatro Nuovo proprio con Azzurra Balena, che ha una novità. Lo spettacolo è stato rinnovato nelle luci del mare. In questo periodo di fermo abbiamo fatto in modo che le luci blu che creano il mare si muovano e cambino colore secondo la profondità o il luogo, proprio come il mare, in un fluttuare azzurrino, verde e blu per tutto lo spettacolo. Una bella novità che speriamo attragga molti di voi a raggiungerci e sostenerci dopo due anni di fermo.
Al Teatro Nuovo entreremo nella rassegna Teatro Nuovo Bambini (scaricate da qui il programma completo, da qui accedete alla pagina dello spettacolo e da qui potete prenotare), ma non non saremo solo in Novembre, perché in accordo con la direzione stiamo valutando la possibilità di programmare un mese intero, ospitando colleghi nostri, incontri e spettacoli, nello stesso modo del Teatrino del Sole WINTER che facevamo anni addietro al Teatro Lux, ora chiuso e trasformato in magazzino!
Bene, vediamo se pian piano riusciamo a tornare a regalarvi bellezza, per continuare a emozionarvi, che ce n’è tanto bisogno.
Un saluto a tutti voi. Alla prossima.

Stefano Cavallini

Andiamo avanti!

Petrouchka
Il nostro Petrouchka da Igor Stravinskij – 2007 debutto al Teatro Nuovo Giovanni da Udine

Le 12 notti della Befana, dal debutto nel 2001, non aveva mai mancato all’appuntamento in teatro ogni anno, dalla fine di dicembre al 6 gennaio. Quest’anno è stata la prima volta che lo spettacolo non è andato in scena. Ma noi non possiamo arrenderci.
Siamo stati contattati dal direttore delle Settimane Musicali di Stresa, per la partecipazione al festival del nostro Petrouchka, che ha debuttato nel 2007 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, grazie al M° Carlo de Incontrera, e che raramente abbiamo presentato al Teatrino del Sole a causa della sua difficoltà di esecuzione e di allestimento.
Con questa richiesta, da parte del festival di Stresa, abbiamo l’opportunità di riproporlo anche al Teatrino del Sole, probabilmente a Piombino e a Marina di Pisa, unici luoghi adatti alla sua rappresentazione. Abbiamo anche dovuto trovare una nuova animatrice, in grado, oltre di muovere la marionetta della Ballerina, uno dei tre personaggi principali dello spettacolo, anche di fare due numeri di giocoleria nella parte centrale dello spettacolo. La scelta è caduta su Serena Cercignano che dovremo inserire nella compagnia e, se troveremo un affiatamento, rimarrà in pianta stabile.
Il Petrouchka che porteremo a Stresa, non sarà tuttavia lo stesso del Teatrino del Sole, perché a Stresa avremo, ad eseguire la musica di Stravinskij, due pianisti di livello internazionale (sono state fatte diverse ipotesi sui nomi) che suoneranno dal vivo, mentre noi ci muoveremo su quella musica (avremo bisogno di almeno due giorni di prove).
Al contrario la nostra versione ha la musica registrata, una esecuzione della London Symphony Orchestra diretta dal M° Claudio Abbado.
La data prevista a Stresa è il 25 agosto al Teatro Maggiore di Verbania, dove siamo già stati con il nostro Flauto Magico qualche anno fa.
Insomma, abbiamo novità per il nostro/vostro Teatrino del Sole che probabilmente faremo con le limitazioni dello scorso anno e, se il Covid ce lo permetterà, saremo anche a Stresa.
Alla prossima.

Stefano Cavallini

A casa a casa, disse la farfalla…

La Befana e il Signore dell'Inverno
Il signore dell’Inverno alla Befana: “Dovrai intraprendere un lunghissimo viaggio…”

In verità la filastrocca, come la ricordo quando mio padre rientrava la sera da una gelida giornata di lavoro al porto di Livorno, recita:” A letto a letto, disse la farfalla e chi non ha letto dorma nella stalla”. Stalla per far rima con farfalla, ma me piaceva più dire dorma nella paglia, come immagine avvolgente più adatta a sostituire il letto.
Noi, invece, in questo momento storico, flagellato da questo virus con un nome da robot di Guerre Stellari, rimarremo a casa.
Sì, abbiamo provato, abbiamo contattato molti organizzatori e teatri, ma le risposte sono state essenzialmente due: la prima un “no” secco:”Non abbiamo risorse per tenere aperto il teatro o per destinarle agli spettacoli”; la seconda :”Vedremo come procederà il contagio.”
Quindi, a meno di un miracolo, niente Teatrino del Sole WINTER. Con il Cine Teatro Nuovo di Pisa, c’è la parola di risentirci a Gennaio e vedere se sarà il caso di fare una breve stagione a continuare quella già messa in cantiere dal 25 ottobre al 21 novembre e dove vi invitiamo ad andare. La trovate a questo indirizzo.
Non sappiamo quanto Teatro di Figura ci sarà. Non ci sono, in queste domenicali pomeridiane, colleghi nostri, quelli che vedete al Teatrino del Sole in estate, per intenderci. Ci saranno tuttavia compagnie interessanti: clown acrobatico, danza, attrici e attori, perché il teatro esce dal quotidiano e crea emozioni, sempre.
Per noi il lavoro dovrà attendere tempi migliori e nel frattempo cercheremo di continuare ad essere tra di voi.
Abbiamo in cantiere di potenziare, sotto le feste natalizie di quest’anno la nostra sezione di audiolibri creata dai nostri spettacoli, con due nuove storie: La piccola fiammiferaia e altre storie che abbiamo portato nelle scuole per tanti anni e un nuovo testo: La leggenda dell’albero di Natale. Vi terremo al corrente tramite questa newsletter quando sarà possibile scaricarli sia in formato audiobook (mp3, aac) sia in formato ebook (ePub) per la lettura su smartphone, tablet e computer.
Intanto, in attesa che la pagina permetta una scelta diretta con download e anteprime, potete partire da questa pagina dove scegliere quale audiolibro ricevere, inviandoci una mail.

A presto.

Stefano Cavallini